Caldo: l'aria condizionata fa male agli animali domestici?

20/06/2017
Caldo: l'aria condizionata fa male agli animali domestici?

Con l'arrivo dell'estate, l’afa e il caldo sono sempre in agguato, pronti a destabilizzare le nostre forze fisiche e quelle nei nosti amati amici pelosi a quattro zampe.
I padroni che hanno in casa cani e gatti avranno sicuramente notato che, in questo periodo, i loro animali domestici tendono ad allungarsi il più possibile sul pavimento per godere di ogni centimetro di fresco disponibile oppure evitare soffitte e sottotetti in favore di cantine e seminterrati.

 

Sicuramente gli antenati dei nostri cani e gatti sapevano come sopravvivere ai momenti più caldi (e più freddi) dell’anno senza alcun ausilio tecnologico, altrimenti difficilmente queste specie sarebbero sopravvissute fino ad arrivare ai giorni nostri. 

 È anche vero, però, che la vita selvatica temprava un gatto o un cane molto più di quanto faccia una comoda, e a volte sedentaria, vita domestica.

 

Quindi, per cani e gatti "casalinghi", l’estate diventa un momento in cui si rende necessario, anche se non vitale, un piccolo ausilio umano: il condizionatore.

Ormai ce l'hanno quasi tutti, quindi è normale chiedersi se l’aria condizionata può in qualche modo essere dannosa per il nostro cane o gatto.

 

Tutti sanno che cani e gatti si rinfrescano ansimando, un processo tramite il quale scambiano l’aria calda all’interno del loro corpo con l’aria più fresca presente all’esterno, di conseguenza se l’aria esterna è troppo calda, l’animale corre rischi cardiaci e la possibilità di subire colpi di calore

 

È quindi vitale favorire questo scambio d’aria, sia con ventilatori sia tramite l’uso dell’aria condizionata. Attenzione però a non portare la temperatura a livelli troppo bassi: l’ideale sarebbe mantenere l’ambiente fra i 21 e i 26 gradi.

 

Per quanto riguarda l’uso del ventilatore, invece, è preferibile posizionarlo ad una certa distanza dagli animali, non soltanto per le correnti d’aria che potrebbero causare delle irritazioni agli occhi, ma anche per gli incidenti che potrebbero capitare. 
Infatti, nonostante le ventole siano isolate dalla griglia protettiva, i nostri amici combina guai possono comunque entrarci in contatto e ferirsi.

 

Altre cose interessanti e importanti da sapere:

  • Ricordatevi che nei periodi particolarmente afosi l’acqua è di vitale importanza per Micio e Fido.
  • Il tasso di umidità infastidisce gli animali più del freddo o del caldo, infatti l’umidità e il calore insieme possono rendere vano il termostato naturale creato dalla pelliccia dei cani e dei gatti
  • Il comportamento del tuo cane o del tuo gatto ti indicherà cosa fare: se si allontana dal condizionatore o dal ventilatore significa che lo infastidisce e forse è il caso di spegnerlo o alzare la temperatura. Se invece si avvicinano significa che hanno bisogno di frescura. 
  • in condizioni di salute normali, i gatti sono molto più tolleranti del caldo rispetto ai cani;
  • le razze con un muso più corto (ad esempio gatti persiani o bulldog) fanno più fatica ad ansimare e sono più a rischio.

 

Devi essere registrato per pubblicare un commento.

Clicca qui per registrarsi

« Indietro
Scroll